Estratti dalla Photogallery



Testimonianze dalla residenza

Hope Mooberry (Missuri)
Residente A.A. 2010-11Studentessa di Ingegneria Edile presso Missouri University of Science and Technology I didn't understand what the Villalta was when I signed up to stay there during my semester...
Continua >

Mariacarla Galli
Residente A.A. 2011-12Master in Shipping e Logistica IV Edizione I forestieri di passaggio a Napoli in primis conservano le memorie del mare, della pizza, dell'odore meraviglioso di sfogliatelle e...
Continua >

Rana Amache (Beirut)
Rana Amache (Beirut)Residente A.A. 2010-11Dottoranda presso University Of Westminster - Cavendish CampusOn the 1st of June 2010, I arrived to Napoli, a strange city, where I knew absolutely no one....
Continua >

Rosa De Vito
Residente da A.A. 2008-09 a 2010-11Laureata in legge. Aspirante notaio Villa Alta è per me un’esperienza straordinaria, un momento di crescita personale, culturale e spirituale. Personale...
Continua >

Marilena Iannicola
Residentne da A.A. 2003-04 a 2010-11Laureata in legge. Lavora presso Banca di Italia Fino all’anno scorso ero una residente di Villa Alta o meglio quella che qualcuno avrebbe definito con...
Continua >

Selezione

 

Il processo di selezione per l’ammissione al Collegio Villalta è strutturato in due fasi:

  • Invio della propria candidatura (completa di lettera di presentazione di almeno 2000 caratteri, curriculum vitae con fototessera e risultati accademici - per le matricole è necessario inviare pagelle scolastiche ed attestazione del voto finale dell'esame di maturità) compilando il format nella sezione Richiesta di ammissione;
  • Soggiorno prova della durata di 24 ore inclusa una notte (per il quale si richiede un rimborso di 50€) durante il quale le partecipanti sperimentano di persona come si svolge la vita in Residenza, qual' è lo stile, i tratti salienti del Collegio di Merito e le attività offerte.

L'esito della prova verrà comunicato via mail all'interessata pochi giorni dopo le giornate di selezione.

Al momento di iniziare a vivere in residenza la studentessa firmerà con la direzione un contratto contenente condizioni economiche, regole e stile della convivenza e patto formativo. Il rispetto degli impegni acquisiti sarà vincolante per poter soggiornare in residenza.